Stampa

 

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI


Art. 1  DEFINIZIONE

Il Centro Diurno (C.D.) è una struttura semiresidenziale socio terapeutica e riabilitativa, rivolta a soggetti anziani ultrasessantacinquenni autosufficienti e su richiesta anche dell’ente competente di soggetti non autosufficienti in percentuale da non superare il 50% (Consiglio Regionale Delibera 228 del 15/07/98 “schema dodello organizzativo del Centro diurno” art. 6 comma C).


Art. 2 OBIETTIVI E FINALITA’

Il C. D. ha la finalità di ritardare il più possibile la istituzionalizzazione dell’ospite, mantenendolo il più a lungo possibile nel nucleo familiare e territoriale  e offrendo al tempo stesso un servizio integrativo e di sostegno alla famiglia.

Il C.D. si pone i seguenti obiettivi:

  • Mantenere le capacità residue della persona, o ritardarne la perdita  attraverso attività sociali, riabilitative e occupazionali;
  • Elaborare strategie dirette a migliorare la qualità della vita degli ospiti e delle loro famiglie;
  • Creare una rete di servizi sul territorio anche in collaborazione con gli Enti e le  realtà già esistenti;
  • Offrire personale qualificato ed idoneo;
  • Perseguire attività di aggiornamento e formazione permanente.

Art. 3 PRESTAZIONI OFFERTE

Il C.D. tramite il personale a convenzione con la Cooperativa la Cerchia fornisce ai propri ospiti:

  • Attività di stimolazione cognitiva
  • Psicomotricità e animazione
  • Riabilitazione motoria di gruppo (quella individuale avrà un aumento sulla quota mensile in base al nume di prestazioni effettuate);
  • Terapia occupazionale per il mantenimento delle attività già esistenti;
  • Musicoterapica e ascolto musica;
  • Attività di socializzazione all’interno e all’esterno della struttura;
  • Uscite e gite programmate;
  • Igiene e cura della persona;
  • Vitto (colazione, pranzo, merenda pomeridiana);
  • Trasporto


Art. 4 INSERIMENTO

L’inserimento al C.D. avviene:

  • per soggetti in convenzione attraverso contatti diretti con gli uffici preposti della ASL n. 2 o dei Comuni interessati;
  • per soggetti non in convenzione avviene attraverso richiesta scritta da presentare direttamente al C.D.  La richiesta deve essere sempre corredata da copia della documentazione sanitaria necessaria e dalla certificazione del proprio medico curante di tutte le patologie che l’ospite ha nel momento dell’inserimento e la condizione di auto o non autosuffienza dell’ospite. E da eventuali terapie che l’ospite deve assumere. In questo caso il medico dovrà speficare oltre al nome, le dosi e l’orario di somministrazione.

Le richieste  saranno sempre visionate da un’apposita commissione della Confraternita della Misericordia di Massa Macinaia e S. Giusto.

In caso di ammissione al Centro la domanda è subordinata a:

a-   impegno formale da parte della ASL o Comuni di appartenenza per la quota sanitaria;

b-   alla sottoscrizione del “Contratto di fruizione del servizio” che non è altro che il presente Regolamento firmato per accettazione, da parte dell’utente o da chi ne ha la tutela;

c-    all’impegno formale da parte del Comune di residenza dell’utente alla copertura delle quote sociali di competenza.

In caso di esubero delle domande rispetto hai posti disponibili, la priorità di inserimento è riservata agli utenti residenti nel territorio di competenza. In caso di pari condizioni di residenza sarà valutata l’urgenza dei singoli casi. L’ammissione al C.D. si intende a “tempo determinato”, da valutare in base alle necessità apparse durante il percorso assistenziale. Tutti gli ospiti avranno un inserimento programmato ed articolato in funzione delle indicazioni del personale medico, infermieristico e sociale incaricato per la gestione del servizio del C.D.

Tutti gli ospiti avranno un inserimento programmato ed articolato in funzione delle indicazioni del personale medico, infermieristico e sociale incaricato per la gestione del servizio del C.F.  sarà comunque effettuato un periodo di prova di circa 20-30 gg.

Al momento del primo giorno di inserimento saranno presenti gli stessi operatori in servizio alla visita di “Prima valutazione”.

La Misericordia si riserva di non accogliere ,e/o non accettare e/o dimettere  a suo insindacabile giudizio i soggetti che  non siano riusciti ad inserirsi  o mostrino atteggiamenti o comportamenti tali da disturbare  l’equilibrio degli altri ospiti della C.D. o siano in una condizione di salute tale da non poter più essere assistiti, perché necessitino di attrezzature e/o assistenza specifica infermieristica o medica continuata, che la nostra CF non po’ assicurare.


   

Art. 5 DIMISSIONI

La comunicazione di dimissione volontarie dal Centro va presentata per scritto  al responsabile della struttura.

In caso di dimissione l’ospite rimane comunque impegnato al pagamento delle quote economiche di competenza come previsto del successivo articolo 6.


Art. 6 COSTI

I costi del C.D. sono classificabili in:

  • quota di parte sanitaria a carico dell’ASL inviante;
  • quota di parte sociale a carico del Comune di residenza
  • quota  a  carico dell’interessato e/o dei familiari

La quota comprende

  • permanenza diurna dalle 8:30 alle 18:00 con possibilità di anticipare l’apertura alle 8:00 e posticipare la chiusura alle 18:30, dal lunedì al venerdì;
  • colazione, pranzo e merenda pomeridiana;

La retta è stata concordata per €. 40,00 per soggetti autosufficienti per l’intera giornata e  €. 30,00 per mezza giornata compreso il pasto e €. 45,00 per i non autosufficienti per l’intera giornata e  €. 35,00 per mezza giornata compreso il pasto.

In caso di ricovero provvisorio e/o urgenza il costo è stato concordato per €. 50,00 per l’intera giornata e €. 45,00 per metà giornata escluso il trasporto.

Il trasporto degli ospiti al Centro non è compreso nella retta e deve essere espressamente richiesto al momento della richiesta di inserimento preso C. D., che girerà comunque  la domanda alla Confraternita.

Nella richiesta deve essere ben espresso il tipo di trasporto:

  • solo andata;
  • solo ritorno;
  • andata e ritorno

La tariffa del trasporto è di €. 0,30 a KM

Periodicamente la Misericordia con atto formale, e qualora lo ritenga opportuno, può modificare le tariffe sopraindicate.

Le assenze per giustificati motivi non potranno essere protratte  oltre 15 giorni di effettiva apertura del Centro; se l’assenza supererà questo periodo verrà considerata come rinuncia alla fruizione del servizio.

La quota fissata sarà comunque dovuta ed è pari a l’80% del servizio richiesto anche se non goduto.

Il pagamento delle somme dovute dovrà essere effettuato entro 10 giorni dal ricevimento del relativo rendiconto inviato mensilmente all’utente.

Dovranno essere riportati nella causale del versamento: nome e cognome dell’ospite, struttura ospitante e il mese cui si riferisce il pagamento.

Il mancato pagamento della retta è considerato rinuncia al posto, e pertanto, l’ospite sarà dichiarato dimissionario e non avrà diritto al mantenimento del posto stesso; è fatto salvo il diritto della Misericordia al recupero economico del credito dovuto.


Art. 7 ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’

Il C.D. rispetterà il seguente orario di apertura, dal lunedì al venerdì:

  • 8:30-18:00 con possibilità di anticipare l’apertura alle 8:00 e posticipare la chiusura alle 18:30;
  • Possibilità di apertura sabato e/o domenica in orario 9:00 – 17:00 per situazioni di necessità e urgenza o per particolari eventi promossi per e dal territorio.

Il C.D. potrà rimanere chiuso nelle feste quali S.Natale e S.Stefano, Pasqua, Pasquetta, Ferragosto o altre festività segnalate sul calendario.

Il C. D. oltre ad attività interne programmate dalle figure professionali avrà cura di organizzare uscite, gite e incontri all’esterno, anche in collaborazione con enti e altre realtà presenti sul territorio.

L’infermiere professionale della struttura inoltre prenderà contatti con i medici curanti al fine di svolgere interventi professionali concordati e mirati per la cura e il benessere di ogni singolo ospite.

 

Art.8 VOLONTARIATO

Il C.D. accetta forme di volontariato sociali, civili e religiose in forma associativa.

E’ possibili effettuare attività nel Centro singolarmente solo nel caso in cui il singolo  volontario si iscriva alla Misericordia di Massa Macinaia e S. Giusto.

Il volontariato può promuovere, partecipare ed organizzare iniziative, attività ricreative e occupazionali  nel C.D., mirate all’utilizzo del tempo libero ed allargate alla cittadinanza, finalizzate a facilitare la socializzazione e l’integrazione tra gi ospiti del C.D. ed il tessuto sociale.

Tutto ciò sempre e comunque nel rispetto:

  • degli ospiti
  • del presente regolamento
  • delle indicazioni del personale operante nella struttura
  • dei progetti personalizzati di ogni singolo ospite
  • delle indicazioni mediche

L’autorizzazione allo svolgimento di tali iniziative è di univoca e inderogabile competenza del Responsabile del Centro che ha delega dal Magistrato della Misericordia, che lo concorda con i responsabili della Struttura.

 

Art.9 RESPONSABILITA’ DELL’OSPITE/FAMILIARE –  USCITE

Gli ospiti e/o i familiari  sono tenuti al rispetto delle regole organizzative del C.D.

Sono consentite uscite temporanee e gite giornaliere all’esterno della struttura solo se autorizzate dal responsabile del C.d. e sotto responsabilità (vedi modulo uscite e gite) del familiare o dello stesso ospite. Autorizzazione liberatoria che potrà essere rilasciata una sola volta e valere per tutte le attività, al momento della definizione del contratto di fruizione del sevizio.

Oltre alla documentazione medica già indicata per l’inserimento e la terapia farmacologica il parente, dovrà in caso di visite mediche specialistiche, far pervenire agli operatori la copia della documentazione rilasciata, al fine di essere sempre a conoscenza della situazione di ogni singola persona e nel caso poter intervenire in modo appropriato. In caso di ricovero invece l’ospite sarà riaccolto al centro solo se accompagnato anche dalla copia della lettera di dimissione compilata dall’ospedale e relativa documentazione medica sullo stato di salute del suddetto ospite


Art. 10 RECLAMI

Le eventuali inadempienze o violazioni del presente Regolamento devono essere segnalate sia al Responsabile della  Centro sia al Governatore della Misericordia.

Il Responsabile del C.D. con delega del Magistrato, provvede affinché sia data adeguata risposta in forma scritta entro 30 giorni ai soggetti che hanno presentato reclamo facendo riferimento alla procedura SGQ.

 Il presente Regolamento viene firmato  in doppia copia dai familiari  e/o ospite e dal Responsabile del Centro al momento dell’inserimento. Una copia rimane alla famiglia e l’altra alla struttura.


Art. 11 VISITE AL CENTRO

Le visite agli ospiti sono concesse nel rispetto dei tempi di pranzo e riposo quindi dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 15:30 alle 18:00

Sono consentiti pranzi ad esterni, esempio parenti o/e conoscenti, previa comunicazione scritta da inoltrare al Responsabile del Centro almeno un giorno prima.


Art. 12 VARIE E FINALI

La Misericordia di Massa Macinaia e S. Giusto si riserva di apporre le necessarie modifiche al presente Regolamento a seguito di mutati indirizzi amministrativi, legislativi regionali  o nazionali ovvero a seguito di mutate condizioni operative ed organizzative.


Aggiornato al 6 Agosto 2012